fbpx

PLEX ovvero il tuo Netflix personale.


25 Gen 2021 - Informatica, Software


PLEX ovvero il tuo Netflix personale.

PLEX ovvero il tuo Netflix personale! Anche con Linux. Utilizza questo software per avere sempre con te i file multimediali conservati sul tuo NAS con una interfaccia in pieno stile Netflix.




Plex il tuo Netflix personale: Cos’è?


Non voglio dilungarmi molto su cosa sia questa piattaforma.

Me ne sono innamorato appena l’ho conosciuta e avendo un server casalingo che utilizzo sia per motivi di lavoro che per motivi “ludici” ho pensato che era comodo installare la versione server, appunto, sul mio…server… scusa il gioco di parole!

Per farla breve è una piattaforma stile Netflix, la quale oltre ad offrire innumerevoli contenuti già online (la versione premium elimina la pubblicità presente altrimenti ti becchi la pubblicità ma i contenuti sono fruibili gratuitamente) ti permette di accedere al tuo NAS, PC, Server e visualizzare i tuoi file! Che siano musicali, foto o filmati.

Su questo tutorial voglio concentrarmi solo sull’installazione e configurazione su un Server Linux con Distro Ubuntu.

La configurazione su sistemi OS/Microsoft è abbastanza intuitiva ma comunque sia ti lascio un paio di link che ti permetteranno di raggiungere lo scopo se hai particolari difficoltà :

https://www.navigaweb.net/2018/08/guida-completa-plex-il-media-player-con.html

https://www.punto-informatico.it/plex-guida-quello-da-sapere/

La figata è che permette anche di potersi iscrivere e loggarsi e avere sempre a disposizione i propri contenuti ovunque.

Sostanzialmentela piattaforma è composta da due software. Un client ed un server.

Il client è quello che si trova un pò su qualsiasi store, da Google Play all’App Store passando nientepopodimenoche le nuove piattaforme per Smart TV. WebOS della LG allo Store di Samsung.

Il software server, chiamato Plex Media Server, è quello che interessa a noi in questo tutorial.

E’ ciò che permette in sostanza di erogare il servizio.

Installarlo e configurarlo su una macchina con Ubuntu Server è abbastanza semplice ma se hai difficoltà non esitare a contattarmi.

Sarò lieto di aiutarti.

Plex su Ubuntu Server: Scarichiamo il pacchetto deb ufficiale


Per prima cosa devi andare qui.

Clicca sul menù a tendina e seleziona Linux poi sulla destra sul bottone Choose Distribution.

Scegli la tua distribuzione, nel mio caso quella di Ubuntu a 64-bit. Clicca col tasto destro sul link e seleziona “Copia Indirizzo Link” (su Chrome..su altri brower dovrebbe cambiare la dicitura ma la sostanza è la stessa).

PLEX ovvero il tuo Netflix personale.

A questo punto avvia una sessione SSH sul tuo server spostati in una directory a te più comoda (la home o creati una directory con mkdir) ed inserisci il comando wget e di seguito incolla il link copiato prima.

Ad oggi (gennaio 2021) la versione è la 1.21.1.3876-3c3adfcb4. Il link in futuro cambierà quando cambierà la versione quindi il comando di seguito non sarà sempre disponibile.

wget https://downloads.plex.tv/plex-media-server-new/1.21.1.3876-3c3adfcb4/debian/plexmediaserver_1.21.1.3876-3c3adfcb4_amd64.deb

Una volta scaricato il pacchettino deb lancia questo comando per installarlo.

sudo dpkg -i plexmediaserver_1.21.1.3876-3c3adfcb4_amd64.deb

Per velocizzare il processo ed evitare di scrivere tutto il nome del pacchetto usa il tasto Tab per autocompletare il nome del pacchetto.

Ti bastera scrivere

sudo dpkg -i plex

e premere Tab… Ma se sei avvezzo a sistemi unix dovresti già saperlo!

Congratulazioni hai installato PLEX Media Server!

Per controllare che il demone sia attivo:

systemctl status plexmediaserver
PLEX ovvero il tuo Netflix personale.

Dovresti ricevere questo output e vedere lo stato del demone in active

Se così non fosse allora

sudo systemctl start plexmediaserver

Plex su Ubuntu Server: Abilitiamo i Repository


Abilitando i repo avrai l’opportunità di aggiornare Plex Media Server con il gestore di pacchetti di Ubuntu.

Quando aggiornerai gli altri pacchetti con apt-get full-upgrade se ci saranno aggiornamenti di Plex…insomma dai hai capito…

Dai questo codice per aprire il file di configurazione dei repo

sudo nano /etc/apt/sources.list.d/plexmediaserver.list

Devi togliere # dalla terza riga per decomentarlo. Diventarà così:

PLEX ovvero il tuo Netflix personale.

Esci con CTRL+O per salvare CTRL+X per uscire da nano.

Immetti questo comando per importare la chiave pubblica:

wget -q https://downloads.plex.tv/plex-keys/PlexSign.key -O - | sudo apt-key add -

Quindi aggiorna l’index dei repository:

sudo apt update

Questo punto puoi chiudere la tua sessione ssh.

Per configurare il Plex Media Server ti basterà andare all’ indirizzo-ip-del-tuo-server:32400/web per accedere all’interfaccia grafica.

Avrai davanti qualcosa del genere:

PLEX ovvero il tuo Netflix personale.

Iscriviti con uno dei tre metodi per poter accedere ai tuoi contenuti.

In seguito verranno visualizzate schermate di bevenuto. Superate quelle arriverai a questa:

Aggiungi Libreria a Plex

Clicca su add library o aggiungi libreria, se in italiano, e avrai l’opportunità di andare a scegliere la directory dove hai salvato i tuoi file multimediali.

Il resto della interfaccia del Plex Media Server è abbastanza intuitiva e non c’è niente di particolarmente complicato.

In particolare se vuoi attivare l’accesso anche da remoto ti basterò cliccare sull’icona in alto a destra per entrare nelle impostazioni (se ci ritorni dopo aver chiuso la pagina dovrai loggarti nuovamente), poi nel menù a sinistra alla voce Accesso Remoto ed infine su Attiva Accesso Remoto come nell’immagine.

Sulle app client quando ti loggherai con l’account Facebook/Google/Email con cui ti sei registrato prima accederai automaticamente ai tuoi contenuti.

Figo no????

Così trasformerai il tuo Server Ubuntu in un server streaming e con PLEX sarà il tuo Netflix personale.

GiustinoRomano.IT – I do IT with my Heart.

Tag:, , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *